Case histories

Tintoretto Rivelato

Brochure, Media Relations, Social Media Marketing, Stand ed Eventi, Website.

Un evento culturale e artistico che ha mobilitato 22 mila visitatori
in meno di due mesi

ESIGENZA

La Parrocchia di San Nicolò – Comunità Madonna del Rosario di Lecco – ha voluto proporre, dal 6 dicembre 2019 al 2 febbraio 2020, un evento di grande valore e visibilità attraverso il quale far incontrare al maggior numero di persone il mistero di salvezza legato al Natale. Per questo obiettivo è stato individuato un capolavoro quasi inedito di Tintoretto che è stato esposto presso il Palazzo delle Paure, in centro città. A Welcome è stato chiesto di progettare e gestire la comunicazione dell’evento.

STRATEGIA

Il piano di comunicazione che è stato sviluppato ha preso le mosse dallo sviluppo del concept grafico e del naming della mostra: “Il mistero nell’arte – Tintoretto rivelato”. Welcome si è occupata di declinare il concept su tutti i materiali di comunicazione online e offline.

STRUMENTI

L’Agenzia si è coordinata con lo studio di progettazione per la realizzazione degli allestimenti dello spazio espositivo e la realizzazione di tutti i supporti di comunicazione on site.

Ha progettato e realizzato il website dell’evento occupandosi di tutti i contenuti e gestito la comunicazione sui canali social (Instagram e Facebook), seguendo anche la community management.

In collaborazione con il team promotore, sono stati organizzati incontri di approfondimento con personaggi del mondo della cultura e dell’arte. È stato progettato e realizzato il catalogo dell’evento. Welcome ha gestito le Media Relations indirizzate sia ai media del territorio che a quelli nazionali e di settore (arte e cultura). Infine ha curato le relazioni pubbliche con gli sponsor e il fundraising.

La mostra ha registrato, in meno di 2 mesi, 22 mila visitatori, con una straordinaria risonanza a livello nazionale e oltre 300 articoli pubblicati online/offline. Per la chiusura della mostra è stato organizzata una conferenza di Vittorio Sgarbi presso il Politecnico che è stata seguita da 600 persone.